(0)
Benchè la libreria di materiali disponibili all’interno di Rendeitioner possa apparire scarna, suggeriamo di utilizzarla comunque al fine di attribuire, in una prima fase un`idea del rendering della scena e personalizzare in un secondo momento i parametri dei materiali già assegnati al modello. In quesot modo, si potrà definire l’aspetto finale del rendering con maggior cura e definire dunque i materiali con maggior dettaglio. Per farlo sarà sufficiente seguire una semplicissima procedura prevista dal software, tuttavia nel caso in cui si ritenesse tale procedimento troppo oneroso in termini di tempo e si preferisse l`idea di dotarsi di una libreria già pronta, sarà sufficiente seguire il link accessibili dal pulsante "Launch Shop" riportato all`interno dell`interfaccia di Renditioner. Tramite questo link, si potrà accedere allo store online di librerie gratuite o a pagamento per Renditioner. Di seguito le riportiamo i dettagli di quanto appena detto in modo da consentire all`utente di decidere se personalizzare i materiali o acquistarne di nuovi già fatti.
(0)
Shaderlight è un plugin interattivo per il rendering in Google SketchUp che consente di creare immagini di qualità in modo rapido e semplice.  La nuova release v2.1 adesso offre maggior controllo sul modo di renderizzare i propri modelli SketchUp con la possibilità di animare le scene di SketchUp. Approfitta ora, acquistalo subito! Usato insieme a SketchUp Pro, Shaderlight Pro v2.1 si integra perfettamente nel flusso di lavoro offrendo la possibilità di raggiungere risultati accettabili anche a chi non è esperto di rendering.   Per Maggiori Informazioni...
(0)
Solitamente il rendering di un interno è sempre più gravoso in termini di calcolo, rispetto a quello di un esterno. Il motivo principale è dettato dall`esigenza di inserire punti lunce aggiuntivi per illuminare zone tropo buie e conferire quindi alla scena un apsetto più gradevole. Tuttavia i problemi che potrebbero derivare nel rendering di unìinterno sono spesso imputabili anche alle texture la cui scelta dovrebbe spesso seguire dei criteri non sempre scontati e che illustriamo di seguito.
(0)
Un file di AutoCAD può essere tranquillamente importato all`interno di SketchUp, purchè il file se modellato in 3D sia convertito in geometrie poligonali. Nel caso di file 2D il problema invece non si pone proprio. Il file infatti verrà importato in SketchUp esattamente come lo si vede all`interno di AutoCAD. Una volta importato il file 2D in SketchUp sarà dunque sufficiente seguire alcuni semplici passaggi che illustrremo di seguito. Seguendo con ordine tali passaggi, non dovrebbero emergere particolari difficoltà, tuttavia non esitate a contattarci qualora dovessero emergere difficoltà legatte alla particolarità del file importato in SketchUp. Saremo lieti di aggiungere maggiori dettagli a quanto riportato e consentirvi di conseguire agevolmente il successo delle operazioni.
(0)
I problemi riscontrati nell’installazione di SketchUp su sistema operativo MAC, sono spesso causate da un file di preferenze o un file di applicazione danneggiati o da un conflitto di sistema. Per risolvere questo problema spesso è necessario disinstallare ed installarenuovamente SketchUp ma, per farlo in modo incisivo eliminandone ogni traccia si suggeriamo di seguire la procedura completa di ripristino illustrata nel dettaglio in questo articolo.
(0)
Premettendo che SketchUp non si propone come CAD 2D né tantomeno ha la pretesa di sostituirlo, esiste tuttavia la possibilità di gestire, anche grazie all`ausilio di Layout, tutte quelle rappresentazioni che si servono di spessori di linea differente, retini e quant`altro, solitamente utilizzati per la comunicazione degli esecutivi tecnici. In questa guida si descriverà come sia possibile, seppur con qualche difficoltà,  applicare dei retini agli impaginati di Layout e come personalizzarli o crearne di nuovi, secondo le proprie specifiche esigenze. Premettendo che SketchUp non si propone come CAD 2D né tantomeno ha la pretesa di sostituirlo, esiste tuttavia la possibilità di gestire, anche grazie all`ausilio di Layout, tutte quelle rappresentazioni che si servono di spessori di linea differente, retini e quant`altro, solitamente utilizzati per la comunicazione degli esecutivi tecnici. In questa guida si descriverà come sia possibile, seppur con qualche difficoltà,  applicare dei retini agli impaginati di Layout e come personalizzarli o crearne di nuovi, secondo le proprie specifiche esigenze.
(0)
Come per la maggior parte dei motori di rendering professionali, l`ampia scelta di parametri ed impostazioni disponibili in Caravaggio Studio, può generare spesso imbarazzo e qualche difficoltà nella realizzazione di alcuni lavori. Al fine di rendere l`uso di tale strumento più agevole, abbiamo quindi redatto una breve guida introduttiva all`utilizzo di Caravaggio Studio, sperando che possa costituire un valido spunto iniziale nell`uso del software e raggiungere buoni risultati regolando solo un numero limitato di parametri. Attraverso una rassegna esauriente dei parametri chiave del rendering in Caravaggio, riteniamo che diventi possibile fare un utilizzo proficuo e produttivo del software fin da subito. Solo successivamente, l`utente potrà eventualmente decidere di approfondire l`uso del software esplorando il comportamento degli altri parametri non affrontati in questa sede, ed ampliare autonomamente le proprie competenze e la propria esperienza in termini di tecniche di rendering. Ci teniamo a sottolienare che la presente guida introduttiva è rivolta a tutti coloro che conoscano già come allestire una scena all`interno di SketchUp (come applicare i materiali, come distinguere il momento giusto per creare un gruppo o un componente, ecc.). In caso contrario invitiamo il lettore a fare riferimento alla relativa documentazione dedicata all’uso di SketchUp e procedere poi con quanto contenuto in questa guida. Inoltre, considerando la disponibilità di video appositamente realizzati per la descrizione dell’interfaccia, suggeriamo, prima di procedere con la lettura della presente guida, di visionare i video riportati nella guida online, relativi alla conoscenza dell’interfaccia al fine di comprendere a cosa ci si riferisce quando si parla di Editor dei materiali, Editor delle luci ed Opzioni di rendering.
(0)
Escludendo l`idea di considerare la possibilità di installare plugin specifici, va detto che SketchUp non dispone di strumenti appositi che consentono la modellazione di forme tubolari complesse. Tuttavia prestando la dovuta attenzione ed utilizzandolo in modo opportuno, Sketchup dispone già di qualche strumento, in grado di generare forme tubolari aventi un certo livello di complessità. Di seguito illustriamo dunque passo dopo passo le operazioni da svolgere al fine di raggiungere lo scopo prefissato. Escludendo l`idea di considerare la possibilità di installare plugin specifici, va detto che SketchUp non dispone di strumenti appositi che consentono la modellazione di forme tubolari complesse. Tuttavia prestando la dovuta attenzione ed utilizzandolo in modo opportuno, Sketchup dispone già di qualche strumento, in grado di generare forme tubolari aventi un certo livello di complessità. Di seguito illustriamo dunque passo dopo passo le operazioni da svolgere al fine di raggiungere lo scopo prefissato.              
(0)
Questa sezione della Guida introduttiva tratta le nozioni di base relative a Style Builder e utilizzate dalla comunità di utenti. La sezione è stata redatta per gli utenti che iniziano a utilizzare Style Builder. Che cosa sono gli stili?Uno stile è una raccolta predefinita di impostazioni di visualizzazione che può essere applicata a un modello e all`area del disegno. Gli stili conferiscono un determinato aspetto al modello e all`area del disegno. Ad esempio, uno stile può stabilire che il colore del cielo è il blu, che il colore del terreno è il marrone, che il colore predefinito delle facce anteriori è il grigio e che il colore predefinito delle facce posteriori è il viola. Una delle caratteristiche principali di uno stile è lo stile dei bordi, ovvero l`aspetto dei bordi che verrà applicato al modello. Un tipo di stile dei bordi specifico è il bordo disegnato a mano, che è un bordo che sembra disegnato a mano. L`immagine seguente mostra un modello di SketchUp con i bordi vettoriali standard. Questa introduzione, è stata redatta per tutti gli utenti di SketchUp PRO che intendono utilizzare Style Builder. Verranno affrontate dunque le nozioni di base relative a Style Builder comprendendo allo stesso tempo l`importanza degli stili. Uno stile è infatti una raccolta di informazioni relative alla visualizzazione dei bordi, e può essere applicato a un modello per conferire un aspetto schizzato e quindi disegnato a mani oltre che attribuire ulteriori informazioni che ne caratterizzano ulteriormente l`aspetto. Ad esempio, attraverso l`applicazione di un stile è possibile attribuire un colore al cielo ed un colore al terreno. Il colore predefinito delle facce anteriori inoltre è il grigio ed il colore predefinito delle facce posteriori è il viola, tuttavia personalizzano uno stile è possibile modificare tali impostazioni. Vediamo dunque le caratteristiche principali di uno stile per comprenderne meglio il significato e l`aspetto che assumerà con esso il modello.    
(0)
Al fine di visualizzare un modello in 3d all`interno di Rhinoceros in modo ombreggiato ma senza visualizzare le entità curvilinea di costruzione come lo stesso wireframe di rappresentazione delle superfici, non è necessario disporre di alcun plugin specifico ma di una buona scheda grafica che consenta di visualizzare i modelli, ricorrendo all`accellerazione hardware delle OpenGL. Per visualizzare dunque il modello all`interno di Rhinoceros, come appena esposto, è sufficiente seguire una piccola procedura che illustriamo di seguito passo dopo passo.